Corrado Premuda

...

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News

19/12/10 mostra e catalogo di Bice Brichetto a Orvieto

Domenica 19 dicembre alle ore 11 al Palazzo dei Sette di Orvieto viene inaugurata la mostra "Bice Brichetto. Dipinti e disegni 1946-2010" patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Umbria, dalla Provincia di Terni e dal Comune di Orvieto. Nell'occasione viene presentato anche il catalogo omonimo pubblicato da Alinari 24 Ore con i testi di Ines Millesimi, Claudio Strinati, Carmine Siniscalco e Corrado Premuda.

http://www.exibart.com/profilo/eventiV2.asp?idelemento=101678

 

 

17/12/10 l'amicizia tra Jean Genet e Leonor Fini

Venerdì 17 dicembre, dalle ore 20 in poi alla galleria Metrokubo di Trieste, tengo un incontro dal titolo "Intimo teatro macabro: l'amicizia tra Jean Genet e Leonor Fini" all'interno della rassegna Genetica organizzata da DayDreamingProject.

http://www.flickr.com/photos/ddlife/5239908092/

 

12/12/10 "La danza dell'ape" di Andrea Guerzoni a Milano

Domenica 12 dicembre alle 18 inaugura sui Navigli a Milano (Mag Cafè e Meriggi, ripa di Porta Ticinese) la mostra di Andrea Guerzoni "LA DANZA DELL'APE. Aforismi per Alda Merini" di cui ho scritto il testo di presentazione, "Andrea Guerzoni: l'aforisma come precedimento artistico", pubblicato nel librino omonimo.

http://www.andreaguerzoni.it/index.html

 

03-12/12/10 "Sazrijevanje" alla Fiera del Libro di Pola

E' appena stato pubblicato in Croazia il mio romanzo "Sazrijevanje" (traduzione in croato dell'originale "Prematurità", ancora inedito in Italia): l'editore Antibarbarus lo presenta alla Fiera del Libro di Pola, in Istria, dal 3 al 12 dicembre.

La traduzione del romanzo è di Angela Galic, la copertina e le illustrazioni interne sono di Andrea Guerzoni.

http://www.antibarbarus.hr/?lang=hr&section=knjige&id=178

 

 

14/10/10 nuova recensione per "Intrusioni"

Sul blog La Stanza dei Libri il mio "Intrusioni" è il libro del mese per ottobre 2010 e viene recensito da Elisa M. Mino:

http://lastanzadeilibri.com/?p=2822

 

 

 

 

24/09/10 "Battaglie da bagno" diventerà un testo radiofonico

Il mio testo "Battaglie da bagno", un divertissement surreale sulla relazione tra Peggy Guggenheim e Samuel Beckett, si è classificato secondo al concorso per testi radiofonici indetto da Radio Capodistria. Sarà quindi realizzato e inserito nella stagione di prosa della radio e pubblicato sulla rivista culturale "La battana".

La motivazione della giuria dice: "Battaglie da bagno" è liberamente ispirato alla difficile relazione amorosa tra Peggy Guggenheim e Samuel Beckett e all'opera di Beckett; un testo moderno, colto e molto ben drammaturgicamente costruito.

Continua così l'avventura del complesso progetto "Battaglie da bagno" in cui sono coinvolti anche Francesca Zoccarato, Alessandro Marinuzzi, Max Mucchiut, Paolo Fagiolo e Sabina Bonfanti.

 

 

22/04/10 Work in progress teatrale su Leonor Fini all’Accademia di Macerata

 

Giovedì 22 aprile proseguo con una nuova tappa il lavoro cominciato a Trieste la scorsa estate sul progetto teatrale “Guardiana dei sogni. Variazioni su Leonor Fini”. All’Accademia di Belle Arti di Macerata incontro gli studenti del corso di Scenografia – guidati dal professor Enrico Pulsoni – e quelli del corso di Storia dello Spettacolo - con il professor Pierfrancesco Giannangeli - a cui racconto il processo di ideazione e costruzione del mio lavoro.

Il testo, ispirato alla vita e alle opere di Leonor Fini (1907-1996), è stato presentato per la prima volta in forma di lettura pubblica il 30 agosto 2009 allo Studio Tommaseo per festeggiare il compleanno dell’artista triestina: in quell’occasione il regista Alessandro Marinuzzi ha iniziato con alcuni attori di Laboratorio X un lavoro di studio e di proposta interpretativa della drammaturgia inedita.

Nell’incontro all’Accademia di Macerata viene proiettato anche il documentario “Mais où est Leonor?” (Trieste Contemporanea – Videoest, 2009) diretto da Giampaolo Penco con la mia collaborazione.

Di Guardiana dei sogni” l’attrice Sara Alzetta dice: “C’è il rifugiarsi nel gioco, nella fantasticheria pure mitomane e scenica di sé, e fuori ci può essere la fine del mondo. Con un commiato in più, nella scena finale “Sul Vespero-Express”. È come il sospetto del rischio del gioco, e l’impossibilità di fuggire del tutto. Ma si può proteggere i sogni.”  

 

 


Pagina 24 di 24