Corrado Premuda

...

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Racconti


"La bora mi mangia i capelli" in "Il carso la bora"

Mike Markart e Martin G. Wanko hanno ideato un progetto editoriale dedicato al Carso e alla bora. Nell'antologia, finanziata dallo Stato austriaco nel 2015, è inserito il mio racconto La bora mi mangia i capelli. La storia, autobiografica, racconta il rapporto di un bambino con la natura triestina.

Gli altri autori presenti sono Gianfranco Franchi e Barbara Grubissa.

 

 

"Nella Casa degli Scrittori" in "Torri d'avorio & autori in tour"

Nel libro Torri d'avorio & autori in tour, pubblicato da Robin Edizioni (2015), Tiziana Colusso racconta le case degli scrittori sparse per l'Europa e i programmi di residenza di scrittura. Per ogni stato un autore illustra la sua esperienza. Io parlo del mese di residenza che ho trascorso nella Casa degli Scrittori in Croazia, a Pisino.

Tra gli altri autori presenti, Davide Enia, Monica Lanfranco e Mariolina Venezia. La prefazione è dell'onorevole Silvia Costa.

 

"Carnevale a Venezia, quaresima a Trieste" in "Lapis Histriae"

Nell'antologia internazionale Lapis Histriae pubblicata dalla Biblioteca Civica di Umago e dal Forum Tomizza (2012) è inserito il mio racconto Carnevale a Venezia, quaresima a Trieste. Il volume raccoglie dodici storie scritte in varie lingue (bosniaco, croato, italiano, serbo, sloveno), la mia è l'unica in lingua italiana.

Il racconto parla in maniera ironica di vizi e virtù della mentalità triestina e accenna ad Ettore Fenderl, personaggio della Trieste asburgica a cui si attribuisce l'invenzione dei coriandoli.

 

"Racconto a cannocchiale rovesciato" in "Domesticheria"

Nel catalogo Domesticheria dell'artista Andrea Guerzoni è inserito il mio Racconto a cannocchiale rovesciato. Il libro, pubblicato da Edizioni SUGO (2012) in occasione della mostra di Guerzoni a Torino, contiene anche gli aforismi di Alessandro Fullin e i testi di Giuliana Carbi, Corrado Levi, Maria Cristina Mundici e Carol Rama.

La mia storia (pubblicata anche in inglese col titolo Through a Spyglass Backwards tradotta da Natasha Senjanovic) vede le opere di Guerzoni animarsi e stravolgere l'inaugurazione della mostra. E' un racconto surreale ispirato, in parte, ad "Alice nel Paese delle Meraviglie" e alle poesie di James Joyce.

 

"Particole al cioccolato" in "Confusioni triestine"

Particole al cioccolato è un mio racconto pubblicato nel libro Confusioni triestine, un'antologia che raccoglie diversi autori di Trieste tra cui Mauro Covacich, Pino Roveredo e Pietro Spirito. Il libro propone ciascun racconto in italiano e in traduzione croata.
La prefazione è firmata da Claudio Magris.

Confusioni triestine /
Trscanska zb(i)rka

a cura di Ljiljana Avirovic e Valerio Fiandra
Edit (Fiume) e Antibarbarus (Zagabria)
2007

La protagonista di Particole al cioccolato è suor Ina, una giovanissima suora che fa la maestra elementare su un'isoletta dell'Adriatico settentrionale. Questa storia pop racconta una giornata della vita di suor Ina e svela il segreto che la ragazza nasconde sotto il velo.

 

 

Leggi l'inizio del racconto

 

"I cortili di Berlino" in "Tratti"

Ho scritto questa storia dopo aver trascorso alcuni giorni a Berlino, città che amo molto, al seguito del mio amico Rudie, che è decisamente un personaggio letterario. I protagonisti sono Hans e Hannah, due giovani che vivono e si amano nel mondo degli squatter di fine anni Ottanta. L'arrivo di Lothar, un ragazzo indipendente e disadattato, destabilizza il rapporto tra Hans e Hannah. I due si separano e ciascuno interpreta gli eventi dal suo parziale punto di vista.

In questo numero della rivista letteraria Tratti edita da Mobydick (2006), oltre a I cortili di Berlino ci sono racconti di Luigi Forte, Giuseppe O. Longo e Roberto Masiero.

 

 

Leggi l'inizio del racconto

 

"Fiepa" in "Racconti nella Rete"

Il mio racconto Fiepa fa parte dell'antologia Racconti nella Rete.
Fiepa in dialetto triestino significa seme di zucca ed è il soprannome che viene dato al protagonista di questa storia. Un ragazzino particolare, introverso e timido, magro come un seme di zucca, un tipo solitario che ha però un magnifico progetto ben preciso...

Nella prefazione dell'antologia, edita da Newton Compton Editori (2006) e presentata al festival letterario LuccAutori, questo mio racconto viene definito "una sorta di favola a lieto fine sulla stravagante natura dell'amore". 

 

Leggi l'inizio del racconto

 

"Strana storia notturna con la parrucca" in "Percorsi a Nord-Est"

Questo è un racconto che ho scritto nel periodo in cui studiavo a Malta. E' la lunga avventura di una notte caratterizzata da un caleidoscopio di persone e di luoghi molto diversi tra loro. La lettura delle enigmatiche sentenze dei Ching e il tentativo d'interpretarle permeano la storia e forse ne influenzano gli esiti.

Strana storia notturna con la parrucca ha ricevuto la menzione della giuria al premio letterario Umberto Saba ed è pubblicata nell'antologia Percorsi a Nord-Est, edita da Hammerle Editore (2005).

 

 

Leggi l'inizio del racconto